Skip to content
Annunci

Come aiutare e sostenere la nostra memoria

Se come me siete studenti, o comunque appassionati di questo argomento, vorrei suggerirvi alcuni “trucchi”, se così possiamo definirli, per contribuire al sostegno e mantenimento delle nostre capacitá cognitive e mnemoniche.

Innanzitutto, dormire è uno degli elementi più importanti, il sonno rigenera i tessuti cerebrali, consolida le nozioni acquisite durante il giorno, e rallenta l’invecchiamento cerebrale. Un tempo, quando studiai fisiologia, lessi, che alcuni scienziati ipotizzano che ci sia la possibilità che durante il sonno il tessuto cerebrale elimini delle sostanze, simili a delle tossine, che si accumulano durante la giornata per poi così rigenerarsi e prepararsi al giorno dopo. Questa era solo un ipotesi, quindi non si sa se questa teoria sia più o meno reale. In ogni caso, il riposo è fondamentale, non bisogna infatti dimenticare che per garantire la corretta omeostasi ormonale corporea si necessitano delle ore di sonno. Ad esempio, il GH ossia ormone della crescita, viene prodotto in quantità maggiori durante le ore notturne, perciò in particolare modo per il corretto sviluppo del bambino, è necessario che egli dorma almeno otto ore al giorno.

Un tempo lessi che non si dovrebbe dormire più di 7 ore e 6 minuti, non so se ciò sia vero o meno, ma secondo uno studio queste sono da considerarsi le ore minime ed anche massime, indispensabili per riposare adeguatamente. Perché dormire più di tali ore comporterebbe alterazioni del sistema cardiocircolatorio.

Altro “trucchetto” per aiutare la nostra memoria è quello di mangiare cibi sani e specifici, che contengano vitamine del gruppo B, vitamina K, acido folico o vitamina B9, zinco, ferro, vitamina C, acidi grassi, omega 3, proteine, e cibi ricchi di fibre che non appesantiscono eccessivamente.

Tra gli alimenti suggeriti abbiamo:

  • Uova: che contengono colina, importante per stimolare le sinapsi e quindi stimola gli scambi neuronali.
  • Spinaci, broccoli: contengono ferro, acido folico, vitamina K
  • Frutta secca: arachidi, mandorle, pistacchio contengono acido glutammico, che a dosi non troppo elevate aiuta gli scambi neuronali, essendo un neurotrasmettitore
  • Acqua: fondamentale per l’idratazione dei tessuti, anche se come ho detto in un articolo passato, riguardo la potomania ossia ingestione psicogena di elevate quantità d’acqua, bere eccessivamente potrebbe portare ad intossicazione cerebrale. Si consiglia di bere minimo un litro e mezzo d’acqua al giorno, e non superare i due litri.
  • Cioccolato ed anche pomodori: i quali contengono entrambi elementi che favoriscono il buon umore, producendo serotonina, e specialmente i flavonoidi del cacao aiutano a migliorare la fluiditá cerebrale, favoriscono la rapidità cognitiva le capacità mnemoniche. In particolare il cioccolato fondente, essendo cacao maggiormente concentrato, rispetto a quello al latte
  • Frutti rossi: ribes, more, ricchi di elementi che riducono la formazione di radicali liberi che andrebbero ad invecchiare i tessuti cerebrali.
  • Cereali: orzo, aveva, che contengono zuccheri leggeri, semplici, facilmente assorbibili che nutrono i tessuti, senza appesantirci al contrario di un normale piatto di pasta che alzerebbe la glicemia, dandoci quella sensazione di sonnolenza postprandiale.

Insomma, dieta sana, acqua e riposo sono i segreti per sostenere e favorire le nostre capacità cognitive.

Buona notte cari lettori, ci vediamo domani con un nuovo articolo.

Sonia

©2018-01 Febbraio 2018 Sonia La Rosa

Annunci

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: